La Carta olimpica è la codificazione dei principi fondamentali dell’olimpismo, delle regole e degli statuti adottati dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO). Essa regola l’organizzazione, le azioni e il funzionamento del Movimento olimpico e fissa le condizioni per la celebrazione dei Giochi Olimpici.
In sintesi, la Carta Olimpica ha tre obiettivi principali:

  1. stabilire e ricordare i principi fondamentali e i valori essenziali dell’Olimpismo;
  2. servire da statuto per il CIO;
  3. definire i diritti e gli obblighi reciproci delle tre parti costitutive del Movimento olimpico: le Federazioni Internazionali, i Comitati Nazionali Olimpici, i comitati organizzativi dei Giochi Olimpici, che devono conformarsi tutti alla Carta Olimpica.

Redatta in francese e in inglese, la Carta è stata pubblicata per la prima volta nel 1908, con il titolo di Annuaire du Comité International Olympique (“Annuario del Comitato Internazionale Olimpico”); alcune delle regole contenute in questa prima Carta erano già state scritte da Pierre de Coubertin intorno al 1898. Sebbene il titolo “Carta Olimpica” sia generalmente utilizzato per indicare tutte le edizioni della carta, esso è stato assunto solo dalla pubblicazione del testo del 1978.

Il CIO ha a lungo vietato le traduzioni del testo in altre lingue, tanto che l’unica versione italiana, realizzata dopo lunghe trattative diplomatiche, è del 1999. 

Potrebbero interessarti anche

ChangeTheGame

Manuale per la consapevolezza contro gli abusi sui minori nello sport per i genitori.