CHI SIAMO

Il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC

Il Settore Giovanile e Scolastico della FIGC

dal 1947 promuove, organizza, disciplina e sviluppa l’attività sportiva e formativa dei giovani calciatori e delle giovani calciatrici di tutto il territorio nazionale. Un organo di sviluppo e di servizio che coinvolge oltre 830mila praticanti Under 17.

L’attività calcistica giovanile viene regolata ponendo grande attenzione sulla costruzione di un ambiente sicuro, positivo e divertente per tutti.

È per questo che l’organizzazione di tutta l’attività è ispirata, tra gli altri, da due documenti dedicati ai diritti e alle necessità di bambini e ragazzi con particolare riferimento alla pratica sportiva e al calcio: la Carta dei diritti dei bambini allo sport dell’ONU e la Grassroots Charter UEFA.

Nella pratica sportiva, soprattutto con riferimento alle fasce più vulnerabili, è fondamentale lavorare per assicurare la tutela dei minori al fine di garantire una partecipazione libera e sicura dei giovani.

Seguendo il percorso intrapreso a livello europeo dalla UEFA anche il Settore Giovanile e Scolastico conferma il suo impegno costante a rafforzare la protezione dei bambini e dei ragazzi nello sport, in particolare nel calcio.

Policy per la tutela dei minori

Sviluppata dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC, in stretta collaborazione con la UEFA e con Terres des hommes, la policy si basa su altri importanti documenti e progetti che hanno come finalità la tutela dei minori.

La policy ribadisce e rafforza l’impegno di SGS nel garantire che il calcio sia uno sport sicuro, un’esperienza positiva e divertente per tutti i bambini e per tutti i ragazzi coinvolti, indipendentemente dalla loro età, genere, orientamento sessuale, etnia e background sociale, religione e livello di abilità o disabilità.

Il documento descrive i principi fondamentali che sono alla base dell’approccio SGS e UEFA alla tutela dei minori e le azioni e gli impegni presi per implementare questo approccio.

Questo impegno riflette la convinzione di SGS e della UEFA circa il ruolo che il calcio può svolgere nel promuovere lo sviluppo, la salute e il benessere dei giovani, pur dovendo riconoscere la possibilità, confermata da alcuni casi a livello globale, che proprio il calcio possa diventare il pretesto per situazioni potenzialmente pericolose e dannose per i minori.

Questa policy fa parte di un più ampio kit di strumenti che comprende linee guida, modelli, materiali di approfondimento, codici di condotta e percorsi formativi realizzati con l’obiettivo di sostenere i Coordinamenti Regionali SGS, Società impegnate nel calcio giovanile e tutti i soggetti coinvolti nella crescita e nella cura dei giovani calciatori e delle giovani calciatrici.

È importante acquisire e condividere feedback ed esperienze dirette che saranno preziose per il futuro sviluppo degli strumenti per la tutela dei minori e contribuiranno a perfezionare l’approccio SGS e UEFA.

La continua attenzione per la tutela e la salvaguardia dei minori – e l’impegno per la riduzione dei relativi rischi – dovrebbe essere insita in tutto ciò che viene proposto e sviluppato nell’ambito del calcio giovanile: dal reclutamento dei collaboratori, alla scelta dei partner, allo svolgimento delle sessioni di allenamento e delle partite.

Con l’introduzione di questa policy si è cercato di fornire uno strumento completo ed esaustivo, che possa rispondere a tutte le esigenze. Data la complessità della tematica è però possibile che vi siano delle casistiche non direttamente trattate nella policy che possono verificarsi nel corso dell’organizzazione e dello svolgimento delle attività e degli eventi. In tali situazioni i valori e i principi della policy, dovrebbero ispirare e guidare le azioni e le decisioni assunte nell’interesse dei minori.

Se necessario, sarà sempre possibile contattare l’ufficio preposto per chiarimenti o consigli.

La Piattaforma

Questa piattaforma è un valido strumento all'interno del percorso disegnato per la creazione di ambienti realmente sereni, sicuri e rispettosi delle necessità dei bambini e dei ragazzi nel calcio

La piattaforma, realizzata dal Settore Giovanile e Scolastico, grazie anche all’impegno di UEFA e Terre des hommes, è stata pensata per un utilizzo diffuso e trasversale affinché possa essere di supporto:

Agli operatori sportivi

Agli operatori sportivi:

volontari, tecnici, dirigenti, membri dello staff sanitario, collaboratori FIGC o membri degli staff delle Società
per accrescere le loro competenza e conoscenze in materia e affrontare nel modo corretto qualsiasi situazione problematica.

Alle famiglie

Alle famiglie:

affinché possano conoscere la tematica e comprendere l’impegno e l’attenzione posti sulla tutela dei minori in tutte le sue forme e sulle relative modalità di attuazione.

Ai più giovani

Ai più giovani:

affinché possano essere maggiormente consapevoli ed informati per vivere il calcio con spensieratezza e gioia ed avere uno strumento diretto di tutela e protezione.

Nell’ambito di un più ampio progetto rivolto alla tutela dei minori, la piattaforma si propone due obbiettivi fondamentali:

Sensibilizzare e creare cultura

La tutela dei minori è un tema delicato e spesso ignorato o trattato in modo parziale. Circoscriverlo ai soli casi di abuso più eclatanti rischia di spostare l’attenzione su una casistica ristretta e insufficiente a comprendere ed affrontare il fenomeno nella sua interezza e complessità.

Conoscere quali sono i comportamenti e gli ambienti potenzialmente pericolosi e dannosi per i bambini e i ragazzi, soprattutto in un ambito di gioco e divertimento come la pratica sportiva, è il primo passo per avere la corretta attenzione nella comprensione del fenomeno per fronteggiarlo in modo efficace.  

All’interno della piattaforma sono disponibili articoli, approfondimenti e altri contenuti adatti ad un pubblico eterogeneo al fine di diffondere nozioni ed informazioni che aiutino tutti coloro i quali sono coinvolti nella crescita e nella cura dei più piccoli. La tutela di bambini e giovani è una responsabilità comune e condivisa: un percorso che deve coinvolgere tutti. Tale percorso deve partire dall’informazione.

Formare

L’adeguata formazione degli operatori sportivi, siano essi tecnici, dirigenti o altri membri degli staff, è condizione necessaria per garantire la tutela dei minori e assicurare standard di protezione elevati.

Nella piattaforma sono state create sezioni dedicate alla formazione di ciascuna delle figure impegnate nell’organizzazione e nello svolgimento della pratica sportiva, con particolare riferimento al gioco del calcio. Sono queste figure, direttamente e costantemente a contatto con bambini e giovani, che devono essere preparate per porre in essere azioni preventive, che mitighino la possibilità che si verifichino eventi o comportamenti dannosi, ma che siano anche in grado di fornire una risposta tempestiva e adeguata ad eventuali problematiche.

La piattaforma fornisce contenuti e materiali aggiornati e liberamente fruibili ma è dotata anche di un’area riservata alle Società e agli operatori finalizzata alla formazione. Siamo pronti a rispondere a tutti i vostri quesiti e a prendere in carico anche eventuali segnalazioni per la verifica e l’intervento.

Come utilizzare la piattaforma

La piattaforma offre numerosi spunti a tutte le persone desiderose di approfondire tutte le tematiche legate alla tutela dei minori.

Troverai una sezione “in-Formazione” con news, approfondimenti, articoli e tanti altri materiali e strumenti. Potrai consultarli e scaricarli liberamente.

Per i collaboratori SGS e per gli addetti ai lavori è disponibile un’area riservata dove saranno disponibili corsi e-learning e altro materiale per la formazione di tutte le figure coinvolte nel gioco del calcio.

Troverai anche una sezione contatti, con tutti i dettagli e gli indirizzi utili per richieste, dubbi o approfondimenti, e un form per la segnalazione di abusi o situazioni di pericolo.

Contattaci

Lascia un messaggio

    Ho letto l'informativa sulla privacy* e acconsento al trattamento dei dati

    FIGC Settore Giovanile e Scolastico

    Via Po, 36 - 00198 Roma

    Centralino: 06 84911